Basilica di Santa Maria Novella

La Basilica di Santa Maria Novella è una delle chiese più importanti di Firenze, tanto da dare il nome ad uno dei quattro quartieri principali della città, e fu il principale punto di riferimento dell'ordine mendicante Domenicano a Firenze.

Costruita a partire dal 1279, è una delle pochissime chiese in città a sfoggiare una facciata quattrocentesca che è una delle opere più importanti del Rinascimento fiorentino.

Al suo interno, oltre ai restauri cinquecenteschi di scuola Vasariana vi si apprezzano opere di rilievo come la "Trinità", considerato il primo dipinto Rinascimentale ad opera di Masaccio, il meraviglioso "Crocifisso" di Giotto, il "Crocifisso" di Filippo Brunelleschi scolpito in risposta a quello di Donatello in Santa Croce, gli affreschi della Cappella Tornabuoni dipinti da Domenico Ghirlandaio con l'aiuto di un giovane Michelangelo Buonarroti, e molte altre opere di Giambologna, Filippino Lippi, Alessandro Allori, Bronzino, Benvenuto Cellini, Lorenzo Ghiberti, Bernardo ed Antonio Rossellino, Desiderio da Settignano e Benedetto da Maiano, solo per citarne alcuni.